Frittate difficili da rivoltare

Che cosa fa un uomo di governo o di partito durante un incidente politico, cioè quando qualcuno gli rompe le uova, lasciandolo con una frittata da spadellare? Ma è ovvio: chiama gli spin doctors. Loro sanno come si gira una frittata. Con un abile movimento di polso (metodo da cucina circense) oppure con l’ausilio di un piatto, per non rischiare (a casa mia faccio così!). Bella forza, viene da dire, loro hanno a disposizione i media del padrone o comunque tutte le risorse necessarie a capovolgere qualsiasi scomoda verità. Eppure, nonostante la potenza mediatica così spesso dispiegata, esiste l’eventualità che la frittata non si stacchi, e che l’uomo politico e lo spin doctor se la ritrovino in testa.

Ho già scritto dei deplorevoli Rondolino & Velardi in occasione della loro difesa del compagno Minzolini, disinteressandomi delle loro imprese successive. E’ grazie al pezzo di Claudio Messora per Il Fatto che vengo a conoscenza del patetico editoriale comparso su The Front Page, organo ufficiale del dynamic duo. Patetico perché, caduto ormai l’alibi ‘terzista’, Velardi & Rondolino rinunciano a qualsiasi sforzo retorico, limitandosi a riportare scolasticamente la versione del boss nella forma in cui è stata diffusa ad nauseam da servi e fiancheggiatori vari.  “Tangentopoli fu un golpe giudiziario/i magistrati vogliono far fuori il nemico politico Berlusconi con i processi/siamo tutti vittime delle intercettazioni telefoniche/le libertà personali sono calpestate” ecc. Il merito della vicenda è appena sfiorato, naturalmente, e l’unico errore imputato al Premier è quello di non aver saputo occultare le sue porcate utilizzando i mezzi a disposizione di un capo di governo:

Diciamoci la verità: si può governare un grande paese organizzando ogni sera una festa a luci rosse, ma non si governa neppure un quartiere se non si è in grado di controllare gli apparati dello Stato. Gli scandali sessuali non erano infrequenti nella Prima repubblica: ma il rapporto specialissimo che la Dc aveva con la magistratura, i Servizi e le forze dell’ordine bastavano e avanzavano per mantenere la situazione sotto controllo. Berlusconi, come tutti i riformatori falliti, si è inimicato lo Stato senza riuscire a riformarlo: e oggi ne paga le conseguenze.

Machiavellismo di infima lega: questi benedetti Servizi (non si dice più ‘segreti’, ora si chiamano servizi e basta, come per i cessi. Se sono deviati, allora si parla di ‘doppi servizi’) esistono per parare il culo ai primi ministri, o no? Silvio, ci hai deluso, ti credevamo più furbo! E alla delusione si aggiungono fosche previsioni per il futuro:

In ogni caso, la partita rischia di essere già chiusa. Il giustizialismo populista, oggi rafforzato da un moralismo nauseante e guardone, si appresta a forzare un nuovo cambiamento di regime, in barba alla democrazia e in spregio al diritto. Stanno vincendo i peggiori, e l’Italia che verrà sarà peggiore, come peggiore è stata l’Italia che è venuta dopo Tangentopoli.

Verissimo: nonostante Tangentopoli, l’Italia di oggi sembra peggiore di quella di ieri. E c’è il rischio che dopo l’uscita di scena di Silvio Berlusconi si scenda ancora più in basso – anche se, onestamente, le profondità fognarie di questi anni sembrano proprio irraggiungibili.  Ad ogni modo, non riesco a capire di cosa si lamentino i nostri due eroi. Ammesso che si lamentino, eh. Più questo paese farà schifo e più spazio ci sarà per i rivoltatori di frittate. Suggerisco comunque a Claudio & Fabrizio di tenersi in esercizio per  non rischiare di perdere la mano. Perché questa volta è andata un po’ così. E che si puliscano bene, l’uovo lascia quel poco gradevole odor di frescume…

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: