Farid Adly sulla situazione in Libia

Mentre Bossi spiega perché la Lega è contraria all’intervento, un giornalista libico si dichiara favorevole. Farid Adly vive da più di quarant’anni in Italia, molti lo conoscono come conduttore di Radio Popolare. Riporto qui un suo intervento su facebook a proposito degli ultimi sviluppi della rivolta e dell’intervento internazionale:

E’ diritto dei pacifisti italiani dichiararsi contrari all’intervento delle potenze occidentali, ma non mettano in campo ragioni che riguardano la nostra ricchezza petrolifera… Non ho dubbi che USA, Francia e GB non sono lì a difendere il mio popolo. Lo so che sono lì per il petrolio e per le commesse future. Vi ricordo che però loro ce l’avevano anche prima. Non hanno organizzato loro la rivolta in Libia. Per loro sarebbe stato meglio se fosse tutto come prima, quando ballavano con i lupi. Un discorso a parte per il miliardario ridens. Ha fatto ridere i polli e ha trascinato l’Italia in una situazione ridicola. Un giorno dice una cosa e l’altro ne dice un’altra. Ha superato se stesso quando la mattina ha detto che Gheddafi è tornato in sella e poi la sera, dopo che ha capito le intenzioni dell’ONU, ha cambiato idea per dire Gheddafi non è più credibile Se il governo italiano ha fatto una brutta figura, peggio hanno fatto certi opinionisti della nostra sinsitra attaccati a conceti ideologici, dimenticando la resistenza italiana contro il regime fascista e la repubblichina di Salò. Ecco Gheddafi per noi libici rappresenta quello e i nostri ragazzi sono i nuovo partigiani. Il Consiglio Provvisorio Transitorio ha detto una parola chiara: non vogliamo eserciti di terra nel nostro territorio. Noi vogliamo la libertà e mettere finire alla triannia, scrivere una costituzione e scegliere in elezioni libere chi dovrà governara il paese. Questo processo è guidato da magistrati, avocati, medici, ingegneri e cosa sento e leggo su giornali di sinistra scritto da prof. di sinistra? Che la Libia è un abitata da beduini. Si sono dimenticati che la Libia nel 1804 ha sfidato e sconfitto gli Stati Uniti. Se il governo italiano ha fatto una brutta figura, peggio hanno fatto certi opinionisti della nostra sinistra attaccati a conceti ideologici, dimenticando la resistenza italiana contro il regime fascista e la repubblichina di Salò. Ecco Gheddafi per noi libici rappresenta quello e i nostri ragazzi sono i nuovo partigiani. A chiunque non piace quello che sta succedendo è liberissimo di pronunciarsi contro, ma si deve metter la mano sulla coscienza e chiedersi cosa ha fatto quando 1200 detenuti sono stati uccisi a Abu Selim nelle loro celle in un giorno solo, il 26 Giugno 1996. Noi lottiamo per la nostra libertà. Non so se questo dice qualcosa a certi “signori” di certa sinistra italiana. Alcuni arrivano a ripetere cliché retaggio del colonialismo culturale, dimostrando ignoranza della realtà libica. Noi oggi siamo protagonisti e vogliamo chiudere con il dittatore.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

2 thoughts on “Farid Adly sulla situazione in Libia

  1. sergio b. ha detto:

    Ieri Farid Adly ha pubblicato un articolo che in un certo senso sviluppa questo commento. Anche, ahimè, annacquandone non poco la (per me sacrosanta) vis polemica. Ma anche così, con tutte le cautele che mi pare ci abbia messo per non offendere gli amici, a molti deve essere sembrato intollerabilmente controcorrente. Tanto per dire, quelle *** del Manifesto gliel’hanno messo in penultima, nella pagina dei commenti e delle lettere, probabilmente per farlo passare come una specie di “opinione personale”. Invece in terza pagina c’era un’intervista a Gino Strada che riesco a definire solo con una parola: scellerata.

  2. Federico Gnech ha detto:

    Caro Sergio avevo visto che riportavi l’articolo su ‘Il primo amore’, volevo linkarlo ma ero in partenza e non ne ho avuto il tempo. Condivido il disappunto, chiamiamolo così. Più ancora che il disaccordo sulla sostanza dei problemi, quello che mi lascia l’amaro in bocca sono il dogmatismo e le reazioni pavloviane di certa sinistra. Ma è senz’altro un problema mio: non si può pretendere di fare i cani sciolti in un canile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: