Quindici uomini

 

Berlusconi il pirata si salva ancora una volta. Con quindici voti di differenza. Non è una vittoria politica, è l’ennesima vittoria del clan.  Nemmeno alle soglie del collasso economico il gruppo che sostiene questo governo riesce a far prevalere l’interesse collettivo sugli interessi personali. I pretoriani sono legati al cesare da un patto di dipendenza, e lo seguiranno sino alla fine. Hanno tutto da perdere.

Fallito quindi il tentativo dell’opposizione di far mancare il numero legale – una pratica legittima ma eccezionale, esattamente come il ricorso continuo al voto di fiducia –  Rosy Bindi ed altri se la sono presa con quegli “stronzi” dei Radicali Italiani, che hanno partecipato al voto sin dalla prima chiamata. Bene, senza dimenticare le stupidaggini compiute da Pannella nel corso degli anni, accusare i Radicali di fare da quinta colonna di Berlusconi per il fatto di aver esercitato con coerenza la loro funzione parlamentare è una vera sciocchezza. In 617 hanno votato, la maggioranza richiesta era di 309 voti, i ‘sì’ sono stati 316, i no 301, e tra questi i sei ‘no’ dei radicali eletti nelle liste del Partito Democratico. Questi sono i numeri, il resto è il tentativo di un PD assai malconcio di trovare un capro espiatorio.  Qui l’intervento di Rita Bernardini.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: