Gustav Leonhardt 1928-2012

Brutta coincidenza: proprio nel giorno in cui decido di iniziare a leggere un libro su Johann Sebastian Bach e i suoi figli, scompare uno dei più grandi interpreti bachiani. Lo scorso Dicembre, a Parigi, Leonhardt aveva tenuto il suo ultimo concerto, già stanco e malato, per annunciare poi il suo ritiro definitivo. E ieri se n’è andato a fare compagnia al maestro di Eisenach. Una vita per la musica che finisce quando finisce la musica, verrebbe da dire. Tra i padri dell’intepretazione filologica della musica barocca, aveva interpretato lo stesso personaggio-Bach in Cronaca di Anna Magdalena Bach, di Straub e Huillet. Io, da semplice ascoltatore profano, ricordo bene l’unica volta in cui lo ascoltai dal vivo, una quindicina di anni fa, alla tastiera di un rispettabile organo dell’ottocento, nella chiesa arcidiaconale del paesello (eh già, in montagna capita spesso che i preti siano più colti e amanti del Bello degli assessori alla cultura). Qui una bella intervista rilasciata anni fa a “Diapason” e riportata dall’ottimo Heinrich Von Trotta.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

2 thoughts on “Gustav Leonhardt 1928-2012

  1. eugenio ha detto:

    Ciao guarda cosa ho trovato? http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/08/14/la-post-crociera.html
    scusa se commento in un post in cui c’entra nulla, ma il pezzo e’ irresistibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: