Una nuova linea editoriale

Al di là delle mie intenzioni, la cronaca politica italiota è di fatto il tema principale delle mie ruminazioni su questo blog. Quando scrivo politica, intendo polemica, ovviamente. Ho deciso di limitare un po’ questa deplorevole tendenza, che comincia a darmi la nausea. Voglio dare più spazio ai miei consumi di cinema, musica, libri, fotografia. Alle arti e all’industria culturale. Alla Cultura (“Il nostro petrolio”? Guardate che il petrolio puzza, eh).

Da domani, quindi, almeno sino a dopo le elezioni, basta politica. Oggi però vorrei chiudere con un paio di considerazioni, e prometto di essere breve!

Ho già scritto che voterò disciplinato PD, per quanto trovi il programma di Bersani piuttosto deludente. E’ un programma che non è fatto per cambiare l’Italia, e va bene così, perché da queste elezioni non uscirà un governo in grado di cambiare alcunché. Voto PD perché se dovesse vincere ancora Berlusconi mi vedrei costretto ad emigrare, e non ne ho voglia (non ho più l’età).

Ciò detto:

mancano diciotto giorni al voto e il principale alleato di coalizione promette in ogni intervista che farà di tutto per impedire al centrosinistra di governare.

Vi pare seria, questa roba qui?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: